Usa, Election Day 2019, democratici si riprendono la Virginia e (per un soffio) il Kentucky. Il Mississippi resta ai repubblicani

Il risultato dell’Election Day 2019 è considerato un primo test per Trump, all’indomani dell’avvio della procedura di impeachment, in vista delle presidenziali del 2020


Trionfo dei democratici in Virginia all’Election Day 2019. Per la prima volta da un quarto di secolo, il partito dell’Asinello in Virginia controlla entrambe le Camere del parlamento, strappate ai repubblicani, e il governo dello Stato con il dem Ralph Northam al timone dal gennaio del 2018.
In Kentucky, il candidato del Grand Old Party (Gop) Matt Bevin, sostenuto da Donald Trump, perde la corsa a governatore mentre in Mississippi vince il repubblicano Tate Reeves con il quale il presidente ha tenuto a congratularsi.
Il risultato dell’Election Day 2019 è considerato un primo test per Trump, all’indomani dell’avvio della procedura di impeachment, in vista delle presidenziali del 2020.
La sconfitta più pesante per l’inquilino della Casa Bianca è rappresentata dal Kentucky dove lui vinse con uno scarto di 30 punti sulla rivale democratica Hillary Clinton alle presidenziali del 2016. A dichiarare vittoria è stato invece il dem Andy Beshear sul governatore uscente Bevin che si è rifiutato di riconoscere la sconfitta denunciando irregolarità.
Durante un comizio lunedì in Kentucky, il Tycoon aveva esortato a rieleggere Bevin. Altrimenti “sarò accusato di aver incassato la peggiore sconfitta della storia del mondo”, aveva anticipato Trump. Sull’esito del voto pesa la scarsa popolarità del 52enne Bevin che ha ingaggiato una dura lotta contro sindacati e insegnanti. Il manager della campagna presidenziale di Trump, Brad Parscale, ha tenuto a sottolineare come il presidente sia riuscito a “trascinare” Bevin verso il traguardo, contribuendo al trionfo di altri canditati Gop nello Stato.

La vittoria di Bashear (attuale procuratore generale dello Stato e figlio di Steve Beshear, 61esimo governatore del Kentucky, dal 2007 al 2015, ovvero il predecessore di Bevin) alimenta invece le flebili speranze dei dem di scalzare il prossimo anno il leader di maggioranza al Senato, il repubblicano Mitch McConnel che correrà per la rielezione.

Tra gli eletti in Virginia anche la donna che divenne famosa per aver mostrato il dito medio al corteo di auto di Trump nel 2017 mentre andava in bici. Quel gesto le costò il posto di lavoro ma ora Juli Briskman è stata eletta supervisore della contea di Loudoun avendo la meglio sulla rivale repubblicana Suzanne M. Volpe.

FONTE: La Repubblica

Posted in: Estero

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...