Allerta meteo sulla Sicilia, un morto nel Siracusano. Scuole chiuse in cinque province

E nella notte si è registrata anche una lieve scossa di terremoto nel Catanese. Non si hanno notizie di danni a persone o cose

CATANIA. L’ondata di maltempo che ha investito il Sud Est della Sicilia ha provocato almeno una vittima. Si tratta di un uomo, un agente di polizia penitenziaria, che era stato segnalato come disperso nella notte sulla statale 115, la stessa dove ieri sera erano state travolte due auto dalla piena del torrente. Il corpo dell’uomo è stato ritrovato questa mattina dai vigili del fuoco sulla statale tra i comuni di Noto e Rosolini. In precedenza i vigili del fuoco avevano rinvenuto la sua auto, una Dacia Sandero, e il telefonino.

L’ allerta meteo rossa oggi nella Sicilia orientale e gialla in quella occidentale. I sindaci di cinque province hanno ordinato la chiusura delle scuole: sarà così oggi a Catania, Siracusa, Noto, Modica e Acicastello, Viagrande, Bronte, Acicatena, Palazzolo Acreide, Gela, Milazzo, nelle Eolie, a Canicattì, Palma di Montechiaro e Naro. Scuola e chiuse anche a Enna, Leonforte e Troina. In corso di valutazione la situazione a Messina.

Il violento nubifragio ha sferzato per tutta la notte la zona sud del Siracusa, tra Pachino, Noto e Rosolini, paralizzando le strade di collegamento. Sono 16 le persone, rimaste intrappolate nelle proprie auto, che sono state tratte in salvo dai soccorritori. La provinciale 19 è stata chiusa al traffico dalle forze dell’ordine per evitare pericoli per gli automobilisti. Si sono verificati allagamenti in alcuni Comuni, tra cui a Pachino e Rosolini.

A Catania sospese tutte le attività didattiche (lezioni, esami, esercitazioni e altro) in tutte le sedi dell’Università, nelle strutture didattiche speciali di Ragusa e Siracusa e alla Scuola superiore di Catania. Lo ha disposto, per il secondo giorno consecutivo, il sindaco Salvo Pogliese dopo il nuovo avviso di rischio idrogeologico e idraulico diramato dalla protezione civile regionale. L’ordinanza prevede, tra l’altro, per oggi la chiusura degli edifici scolastici di ogni ordine e grado e l’interdizione delle aree pubbliche potenzialmente a rischio quali parchi e giardini pubblici, mercati e cimiteri. L’apertura della Fiera dei Morti nell’ex mercato ortofrutticolo di San Giuseppe La Rena è inoltre rinviata a domani.

E nel Catanese si è registrata anche una scossa di terremoto di magnitudo 3.4. È avvenuta nella zona di Milo, comune tra Catania e Taormina. Lo rileva l’istituto nazionale di geofisica, che ha localizzato l’ipocentro a una profondità di 5 km. Al momento non si hanno notizie di danni a persone o cose.

FONTE: La Stampa

Posted in: Cronaca

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...