Il diario di viaggio di una genovese imbarcata sulla MSC Magnifica: «Com’è strano il mondo visto da un oblò sulla nave che attraversa i sette mari»

Mi sono imbarcata a Sydney lo scorso marzo sulla nave “Magnifica” con la quale la MSC faceva la sua prima crociera intorno al mondo. Scopo: fare presentazioni in inglese e in spagnolo su tutti i paesi che compresi nell’ itinerario dall’Australia e Genova.

Sono quella che si chiama “destination lecturer”. Quando sono arrivata, i fortunati 2200 passeggeri salpati da Genova a inizio gennaio avevano già traversato l’Atlantico e il Pacifico e visitato decine di posti da sogno, da San Francisco alle Hawaii, da Samoa a Bora Bora. Mi sono apparsi molto “a casa”: pacche sulle spalle con il personale, gruppi ormai consolidati, accuratamente divisi per lingua.

A bordo, prima sorpresa: sulla nave non ci sono solo i pensionati che mi aspettavo di vedere ma molte persone in età lavorativa e molti bambini e ragazzi . Bambini piccoli vezzeggiati da tutti i passeggeri ma anche grandicelli e adolescenti che saltano allegramente la scuola per 4 mesi per vedere il mondo in un moderno “grand tour”. Alcuni fanno i compiti collegandosi via internet con le loro scuole, altri passano allegramente dalla piscina all’idromassaggio, ai giochi e alle escursioni.

FONTE: Il Secolo XIX

Posted in: Cronaca

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...