Crescita, Conte rassicura E sui rimborsi ai truffati: “Solo problema tecnico”

Il premier Conte rassicura sulla crescita: “Il Pil crescerò

Presto la norma per i rimborsi ai truffati delle banche, ma soprattutto più crescita. Giuseppe Conte prova a rassicurare sull’economia dopo l’inconto con Jean Claude Juncker e le preoccupazioni dall’Ue.

“Si stima che il reddito disponibile pro capite aumenterà di 1621 euro da qui al 2021 grazie alle misure incluse nella nostra manovra”, assicura il premier parlando al Sustainable Economy Forum in corso presso la comunità di San Patrignano, “Mi riferisco in particolare, al reddito di cittadinanza, a quota 100, al piano straordinario di assunzioni nel pubblico impiego, all’estensione del regime forfettario delle partite Iva e a molte altre misure. È un aumento del reddito decisamente più consistente di quanto avvenuto in passato”.

Conte ha spiegato che dal 2015 al 2018 “il reddito medio disponibile pro capite era aumentato di 1281 euro”, ma che le nuove misure sociali messe in piedi dal governo porteranno a “equità e crescita economica” e a “un circolo virtuoso che era stato invece spezzato negli anni dell’austerità e del rigore”. Secondo il capo del governo “anche le diseguaglianze del reddito disponibile sono destinate a calare. Il rapporto tra il reddito del 20% più ricco della popolazione e il reddito del 20% più povero della popolazione si ridurrà di 0,4 punti da 5,9 a 5,5. Sono decimali – ha detto il presidente del Consiglio – ma ci disegnano una traiettoria da perseguire”.

Effetti positivi si riscontreranno anche sul fronte del mercato del lavoro “perché grazie all’articolata riforma dei meccanismi di attivazione al lavoro collegati al reddito della cittadinanza il tasso di mancata partecipazione al lavoro è previsto in diminuzione: dal 19,8% nel 2018 al 18,3 del 2021”. “Saranno soprattutto le donne, secondo le previsioni, a beneficiarne perché”, ha concluso il premier, “il tasso di inattività femminile si ridurrà di oltre 2 punti percentuali da qui al 2021”.

Rassicurazioni anche sul fronte dei rimborsi ai truffati delle banche su cui si era scontrato il governo. “Sulle banche, l’ho già dichiarato, stiamo lavorando alacremente”, ha detto Conte, “C’è una forte unità d’intenti da parte del governo nel procedere rapidamente e assicurare liquidazioni a tutti i risparmiatori dei risarcimenti dei danni, quanto prima possibile. È un problema tecnico. Oggi ci troviamo nel Cdm, confidiamo di poter risolvere anche questo”.

FONTE: Il Giornale

Posted in: Cronaca

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...