BREXIT, LA PREMIER MAY “NON CHIEDERÀ UN RINVIO LUNGO”. UE: NON ABBIAMO RICEVUTO ANCORA LA LETTERA

Il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker non si aspetta decisioni importanti al vertice Ue di domani e venerdì: “Dovremo probabilmente rivederci di nuovo la settimana prossima”


La premier britannica, Theresa May, non chiederà all’Unione europea un rinvio “lungo” della Brexit, la cui data è fissata per il 20 marzo. Lo affermano fonti del governo britannico consultate dalla Bbc. “Il primo ministro non chiederà una lunga proroga”, dato che ci sono ragioni per dare al Parlamento “un po’ più di tempo” per raggiungere un accordo per sbloccare la crisi della Brexit, ha detto una fonte di Downing Street.”La gente di questo Paese ha aspettato quasi tre anni”, continua la fonte- ed è stufa del fallimento del Parlamento a prendere una decisione e il primo ministro condivide questa frustrazione”, ha aggiunto la fonte.

Se la premier britannica è convinta da un lato di poter sfidare lo speaker della camera dei Comuni, John Bercow, che richiamandosi a una prassi che dura dal 1.600 ha vietato un voto sullo stesso testo di accordo, e dall’altro di ottenere un rinvio dall’Ue, è proprio da quest’ultima che arrivano perplessità in grado di riflettersi su quanto accade nel parlamento britannico. Londra, ha infatti affermato Barnier, “deve chiarire se una proroga aumenta le chance di una ratifica dell’accordo di ritiro”.

Ue: non abbiamo ricevuto alcuna lettera dalla premier May
“Non abbiamo ancora ricevuto la richiesta della Gran Bretagna per una estensione dell’articolo 50” per una proroga di Brexit “in nessuna forma. Non c’è al momento nessuna richiesta di negoziazione sull’articolo 50. Forse arriverà, forse no. I 27 discuteranno di Brexit domani e le discussioni riguarderanno ovviamente anche la preparazione al ‘no-deal'”. Lo dice un funzionario Ue in vista del Consiglio di domani a Bruxelles.

“Immagino dovremo dimostrare pazienza, come abbiamo fatto in modo costante durante il processo negoziale”, ha aggiunto la fonte.”Questa mattina speravamo di avere più certezza” sulla Brexit, “ma non è ancora il caso”, ha aggiunto.

Juncker: “Possibile summit settimana prossima, ma stiamo perdendo la pazienza”
Il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker non crede che dal vertice Ue di domani esca una decisione sul rinvio della Brexit. “La mia valutazione è che questa settimana non ne arriveremo a capo, ma che dovremo incontrarci nuovamente la settimana prossima”.

“Il Consiglio Europeo potrebbe incontrarsi ancora la settimana prossima, ma stiamo perdendo la pazienza. L’accordo di ritiro non verrà rinegoziato”, ha detto il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker alla radio tedesca Dlf, informa su Twitter la vice portavoce capo Mina Andreeva.

FONTE: Rai News 24

Posted in: Estero, Politica

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...