Sparò e uccise per 1.500 marchi: operaio arrestato a Vicenza 21 anni dopo

Ventuno anni fa uccise un uomo su commissione in Germania.

Per questo si fece pagare 1500 marchi. Questa mattina i carabinieri della compagnia di via Maraschin a San Vito di Leguzzano in via Martiri della Libertà hanno arrestato un operaio mentre entrava in fabbrica per iniziare la giornata di lavoro.

Per questo si fece pagare 1500 marchi. Questa mattina i carabinieri della compagnia di via Maraschin a San Vito di Leguzzano in via Martiri della Libertà hanno arrestato un operaio mentre entrava in fabbrica per iniziare la giornata di lavoro.

LEGGI ANCHE Rozzano, suocero ucciso «perché abusava della nipotina»: per il gip c’è la premeditazione, genero in carcere

Protagonista è Serghei Nilov un 58enne moldavo da diversi anni residente a Schio, con a carico un mandato di cattura internazionale per omicidio. Espletate le modalità di rito il moldavo è stato trasferito in carcere a Vicenza per essere estradato in Germania, dove il 3 marzo 1998 in qualità di killer assassinò, dietro pagamento di 1.500 marchi, un uomo di 38 anni sparandogli tre colpi di arma da fuoco: uno alla schiena e due alla testa.

FONTE: Il Mattino

Posted in: Cronaca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...