Palermo, funerale in chiesa per il capomafia Spadaro. Il prete: “Diceva il rosario ogni giorno”

Come ogni mafioso era ufficialmente scomunicato, ma il “re” della Kalsa Tommaso Spadaro (a differenza di Totò Riina) ha avuto comunque un funerale nella chiesa del cimitero palermitano di Sant’Orsola, per l’occasione blindato (il questore Renato Cortese aveva infatti vietato esequie pubbliche).

L’82enne Spadaro è morto giovedì ai domiciliari, a Perugia, dove scontava una condanna a 30 anni per essere stato il mandante dell’omicidio del maresciallo dei carabinieri Vito Ievolella, ucciso nel 1981. Il frate che ha celebrato la messa, Angelo Li Calzi, sostiene che Spadaro si fosse pentito: “Recitava il rosario ogni giorno”. Ma il boss del contrabbando e della droga (si definiva il “Gianni Agnelli di Palermo per le sue ricchezze) era sempre rimasto un irriducibile di Cosa nostra, non ha mai collaborato con i magistrati. Dieci anni fa, Spadaro si era laureato in carcere, una tesi su Gandhi e la non violenza. (di SALVO PALAZZOLO – montaggio di SILVIO PUCCIO)

FONTE: La Repubblica

Posted in: Cronaca

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...