Napoli, paura ai Quartieri Spagnoli: assolto Ciro Mariano, tornano liberi otto boss

L’appello del pubblico ministero contro l’assoluzione di Ciro Mariano è stato ritenuto inammissibile dai giudici della quarta sezione della Corte di Appello.

Il vecchio boss dei Quartieri Spagnoli, a cui sarebbero stati indirizzati i proiettili esplosi in aria con le stese che di recente hanno seminato nuovo terrore nei vicoli del centro storico, resta quindi libero e senza una nuova condanna. Una questione formale sarebbe alla base del giudizio di inammissibilità le cui motivazioni saranno note tra novanta giorni. La questione non vale per tutti gli imputati. Erano accusati di aver fatto parte a vario di quello che è stato definito il nuovo clan Mariano, una sorta di seconda stagione della storica cosca dei Quartieri spagnoli e il processo d’appello ha riguardato anche loro. Per molti c’è stata condanna, segno che una parte della ricostruzione dell’antimafia sui nuovi affari e i nuovi piani espansionisti del clan ha retto. Marco Mariano, l’ex boss oggi pentito, per la continuazione con precedenti condanne ha ottenuto diciotto anni di carcere. Per otto imputati, invece, inclusi i figli del vecchio boss, lo sconto di pena ha comportato anche la scarcerazione. E così, alla luce di questa sentenza, nuovi scenari si affacciano sull’orizzonte criminale del centro storico di Napoli dove le fibrillazioni sono già cominciate.

Leggi l’articolo e l’edizione digitale del Il Mattino, se sei già abbonato clicca qui oppure

FONTE: Il Mattino

Posted in: Cronaca

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...