Caso Diciotti, arriva in Senato la memoria di Salvini. Ma Conte e Di Maio presentano due testi separati

Il premier, il vicepremier grillino e il ministro Toninelli non riescono a trovare l’accordo su un documento unitario sul coinvolgimento collegiale del governo nella gestione della vicenda.

Il M5S orientato a votare no al processo per il leader leghista. Ma nel Movimento ci sono molti mal di pancia
La consueta baldanza del ministro dell’Interno scompare all’ombra di Sant’Ivo alla Sapienza. Perché Matteo Salvini sa che il suo destino politico, per la prima volta, è nelle mani dell’alleato-rivale Luigi Di Maio. Appeso ai voti di un Movimento 5 stelle diviso tra identità e ragion di Stato. O meglio, di governo. Il leader leghista non è andato di persona – come aveva fatto sapere in un primo momento – a presentare la memoria difensiva alla giunta…
FONTE: La Repubblica

Posted in: Politica

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...