Usa, Trump: “Mia agenda è bipartisan”. Ma torna a spaccare il Paese sull’immigrazione

Nel suo discorso sullo Stato dell’Unione, il capo della Casa Bianca ha più volte usato il linguaggio dell’unità nazionale. Ma ai temi che dividono ha aggiuto un duro attacco alle leggi sull’interruzione di gravidanza. Unica vera notizia nuova, l’annuncio della data precisa per il prossimo summit con Kim Jong Un: sarà il 27 e 28 febbraio in Vietnam


NEW YORK – Duro sull’immigrazione, determinato più che mai a costruire il Muro al confine col Messico; sprezzante sulle inchieste giudiziarie che lo riguardano (“ridicole e faziose”). Conciliante su sanità e infrastrutture. Sono le due facce del discorso di Donald Trump sullo Stato dell’Unione.
Il presidente, di colpo limitato nei suoi poteri e spazi di manovra dalla maggioranza democratica alla Camera, ha più volte usato il linguaggio dell’unità nazionale, ha evocato le grandi date della storia e i momenti più esaltanti del passato, per auspicare un clima di cooperazione con l’opposizione.
Senza concedere nulla sulla sostanza, però, anzi aggiungendo ai temi che dividono un duro attacco alle leggi sull’interruzione di gravidanza. Unica vera notizia nuova, è l’annuncio della data precisa per il prossimo summit con Kim Jong Un: sarà il 27 e 28 febbraio in Vietnam.
“Milioni ci guardano sperando che governeremo non come due partiti ma come una nazione”: fin dall’esordio con quel pronome “noi” Trump allude alla necessità di una cooperazione bipartisan. “Non vi presento un’agenda repubblicana ma un’agenda per il popolo americano”.
Buona parte della coreografia di questa serata – rinviata di una settimana durante il braccio di ferro per lo shutdown con la presidente democratica della Camera, Nancy Pelosi – è stata studiata dalla Casa Bianca per evocare i grandi valori e momenti della storia che uniscono gli americani: ci sono reduci della Seconda Guerra mondiale, uno dei quali liberò il lager nazista di Dachau, e insieme a lui è presente un sopravvissuto dell’Olocausto scampato proprio a Dachau.
C’è anche la rivendicazione di un bilancio positivo per i primi due anni di questa presidenza, soprattutto sul fronte economico: “5,3 milioni di posti di lavoro creati, gli aumenti salariali più forti da un decennio, la disoccupazione ai minimi da mezzo secolo”.
A favorire questa congiuntura, secondo Trump, è stata la sua riforma fiscale, e una deregulation ambientale che ha portato all’autosufficienza energetica. Il “miracolo economico”, però, può essere fermato “dalle guerre, o dalla politica, o dalle ridicole e faziose inchieste giudiziarie”.
Trump torna a scavare le divisioni con l’opposizione quando invoca “un’emergenza, una crisi nazionale per l’immigrazione illegale”, descrive “carovane in marcia verso il nostro confine con l’appoggio del governo messicano”. Per lui l’immigrazione clandestina è “una questione morale”, da risolvere anche nell’interesse dei tanti stranieri entrati legalmente sul territorio Usa. Però non spiega come vorrà aggirare il no dei democratici al finanziamento di un nuovo pezzo di Muro.
In politica estera ha confermato la logica che spinge verso il disimpegno da Siria e Afghanistan: “Le grandi nazioni non combattono guerre senza fine”. È coerente con lo slogan America First che fin dall’inizio non ha significato solo protezionismo commerciale, ma anche la rinuncia a essere il gendarme del mondo.
La serata non è stata movimentata da contestazioni accese. Il gesto più simbolico dai ranghi dell’opposizione è venuto dalle donne: le parlamentari democratiche si sono tutte vestite di bianco. Un omaggio storico alla divisa delle suffragette, ma anche un modo per rendere visibile il forte aumento delle rappresentati elette, una marea rosa uscita dal voto delle legislative di novembre.

FONTE: La Repubblica

Posted in: Estero, Politica

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...